It’s me-time: è tempo di ritagliarsi tempo per sé

di Valentina Grispo / 19 dicembre 2020

Siamo cresciuti pensando che volersi ritagliare tempo per sé fosse un gesto egoista e che dire un NO garbato, ma deciso, di tanto in tanto, fosse addirittura un chiaro segno di maleducazione.

E invece ecco che ad un certo punto, le nostre granitiche certezze si sono smontate una ad una, è successo quando l’espressione ME TIME è diventata un modus vivendi ed è addirittura spuntato un hashtag sui social, una sorta di consacrazione di un trend al giorno d’oggi, dove ciascuno ha iniziato a raccontare il piacere di riappropriarsi del tempo per sé attraverso immagini di vasche riempite con petali, candele, libri, tazze fumanti di matcha, tisane e chi più ne ha più ne metta.

Ma cosa è successo improvvisamente?

Perché questa inversione di tendenza radicale e soprattutto perché il concetto di “tempo per sé” è diventato così popolare, sdoganato, e cosa significa veramente?

E’ successo che la nostra frenetica generazione, abituata a barcamenarsi tra to do list infinite, agende straripanti di impegni, giornate frenetiche fatte di call, riunioni, aperitivi, incombenze, ha subito un STOP improvviso e ha dovuto fare i conti con la riorganizzazione del tempo e dello spazio, delle abitudini buone e cattive, si è confrontata con i vuoti e con le mancanze.

Dopo lo smarrimento iniziale, è lì che ha cominciato a comprendere gli enormi benefici dell’amare se stessi assieme al concetto di “tempo per sé”.

Abbiamo iniziato tutti a comprendere che nulla ha più valore di sapersi dedicare il dono del tempo, che si tratti di qualche minuto o di un’intera giornata. E naturalmente questo ha valore a prescindere dal fatto che venga condiviso sui social e corredato di hashtag o meno, anzi più è autentico e spontaneo, più regala benefici concreti a noi stessi a chi ci circonda.

dedicarsi tempo per se stessi

Tempo per sé: qualche esempio

C’è chi si è dovuto cimentare ai fornelli e ha scoperto che in cucina si rilassa, chi ha iniziato a praticare yoga, chi ha iniziato a sferruzzare, chi si è finalmente deciso a studiare una lingua straniera per il puro piacere di farlo e chi ha iniziato a suonare uno strumento.

Persino attività semplici come:

  • farsi una maschera,
  • guardare serie tv,
  • praticare yoga prima di andare a letto,
  • sorseggiare con calma la propria bevanda preferita,

sono attività bellissime per restare a tu per tu con noi stessi. Anche attività passive come stare in fila alla cassa, prendere i mezzi per raggiungere università o ufficio, sono momenti per sé, spesso tendiamo a voler fuggire velocemente da questi attimi di transizione ma la vera rivoluzione sta proprio nell’accoglierli e non subirle ma essere presenti, connessi emotivamente con noi stessi.

Idee, spunti e suggerimenti per ritagliarsi del tempo per sé

Quello che vogliamo raccontarti in questo e negli altri articoli che verranno è di come il concetto di Me-time sia legato al prendersi cura. E poiché secondo noi prendersi cura di sé è sinonimo di felicità, ti vogliamo dimostrare come questo automaticamente si rifletta anche nei rapporti con gli altri. 

Ti suggeriremo come farlo, specialmente in questo periodo di riflessione, ti daremo idee e spunti, a patto che tu ti impegni a dedicargli abbastanza spazio e tempo; questo è il nostro regalo per te: un promemoria delle cose che ami davvero e che ti rendono felice.

Me time: ricrea una home spa nel bagno di casa e riconnettiti con te stessa

Bastano davvero pochi accorgimenti per ricreare in casa un atmosfera rilassata da vera e propria Spa a 5 stelle.  In questo articolo vi spieghiamo tutti i passaggi per ricreare una spa tra le mura domestiche e coccolarsi con trattamenti beauty. L’effetto rigenerante per corpo e mente è assicurato.

Me time: punta sul colore nel make up, nel design, nell’armadio per regalarti nuova energia

Ci sarà un motivo se la cromoterapia, la medicina ayurvedica, quella cinese e persino le teorie sulla meditazione di Leonardo Da vinci, attribuiscono grande importanza ai colori, strettamente connessi al nostro benessere psicofisico. E in un periodo complesso come quello che stiamo vivendo, noi siamo convinti che il colore possa davvero aiutarci a stare meglio e a coltivare il buonumore. Scopri in questo articolo come tutto ciò si integra con il concetto di tempo per sé.

Me time: 5 corsi online per automigliorarsi e per dedicarsi finalmente del tempo per sé

Proviamo a convertire in positivo il tempo che abbiamo a disposizione e a trasformarlo (anche) in ME TIME, ossia tempo per sé. Stavolta, però, quello che ti proponiamo è di fare qualcosa che in concreto ti arricchisca, perché per fortuna le competenze si possono acquisire anche a distanza, come corsi online, da remoto. Metti da parte le reticenze, fidati dei nostri suggerimenti  e ti garantiamo che a giovarne non sarà solo il tuo curriculum, che si arricchirà di nuove skills,  ma anche l’umore.

 

 

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

scopri il mondo pupa